Mailing list

Iscriviti e ricevi anche tu il foglio della domenica ogni settimana!!

Contatore Visite dal 30.08.13

565402
OggiOggi196
IeriIeri189
Questa SettimanaQuesta Settimana1381
Questo MeseQuesto Mese9163
Tutti i GiorniTutti i Giorni565402

 

PROGETTO EDUCANTE

DELL'ORATORIO DI CALCINATE

 

Cari genitori-educatori,

il nostro Vescovo Roberto diceva che “prendersi cura dei piccoli,

compito di ogni uomo, ha il sapore della fede… è l’arte di insegnare

il gusto profondo delle cose, è la capacità di far vibrare

le corde del cuore sulle melodie della gratuità e delle gratitudine.

 

[…]

Nessuno può sottrarsi all’affascinante compito di aiutare i ragazzi

a scoprire e a trasformare la loro vita in un’opera d’arte dello Spirito”.

Il nostro Oratorio non ha grandi pretese, vuole cercare di accompagnare

i ragazzi ad aprirsi alla vita attraverso il gusto delle piccole cose,

del quotidiano che ciascuno di loro(e ognuno di noi) vive, nella famiglia,

nella scuola, nel luogo di lavoro, in paese e in qualsiasi posto di divertimento.

 

Aprirsi alla vita non è facile in un mondo tanto complesso

e articolato quale quello in cui ci troviamo… forse la chiave di volta

per affrontare questa nostra  società che ci affascina, ma che anche ci fa paura,

sta nel crescere insieme, nel condividere perplessità, timori, gioie, delusioni,

conquiste, in una parola nel mettere a disposizione degli altri le nostre esperienze,

così da non sentirci soli, sopraffatti, angosciati.

 

Condividere offre inoltre a tutti, grandi e piccoli, l’opportunità di “giocarci quei talenti”

che ci sono stati dati e di farli fruttare, di conoscere l’altro per amarlo come Gesù

ci ha detto nel suo comandamento e, infine, di crescere come Chiesa.

 

Questo progetto allora è da intendersi come un seme che dimostra l’attenzione

che gli adulti-educatori(genitori, catechisti, animatori e tutte le persone impegnate)

cresciute nell’insegnamento del Vangelo devono continuare ad avere

nei confronti dei bambini, dei ragazzi e dei giovani.

 

Perché il seme germogli e possa diventare un fiore ha però bisogno di cura e di pazienza

ed è tanto bello anche se tenuto da mani sporche di terra…

perché quello “sporco” è solo un segno d’amore.

Questo progetto perciò invita tutti i Cristiani a “sporcarsi le mani”.

 

don Emiliano Poloni